Poco tempo fa, seguendo l’onda del famoso best seller “50 sfumature di grigio” e del relativo film campione d’incassi, mi sono cimentato anche io in una sua parodia, immaginando di rappresentarlo in una cinquantina di sfumature, ma di Topo Gigio, il famoso topolino televisivo beniamino di tanti bambini, compreso il sottoscritto a sprazzi nel periodo infantile, cresciuti guardando lo “Zecchino d’oro” e le zuccherose parole scambiate dal topo con Cino Tortorella.

La scelta è caduta su Topo Gigio per la somiglianza delle parole grigio e Gigio, ma anche per il netto contrasto tra una storia quasi morbosa di sesso e la dolcezza invece del pupazzo. Ad un certo punto mi sono fatto una domanda, ma le sfumature di grigio sono proprio 50? Le sfumature, secondo quanto riportato dal metodo Pantone, sono proprio 50, anche se sicuramente possono essere molte di più.

Qui potete vedere lo schema Pantone 

Però, secondo un articolo di Focus, le sfumature che l’occhio umano riesce a percepire sono circa trenta, dipendenti comunque dalla luce del momento e dalla superficie osservata, questo l’articolo.

Tutte queste sfumature vengono percepite attraverso i bastoncelli, fotorecettori riservati proprio alla percezione della scala dei grigi e della visione in scarsezza di visibilità, oltre ad essere sensibili al movimento, questi sono situati nella zona periferica della retina. I fotorecettori adibiti dall’occhio alla percezione dei colori sono invece i coni, situati nella parte centrale della retina, sono di tre tipi: sensibili al rosso, verde e blu, proprio come il sistema di funzionamento dei vecchi televisori a tubo catodico.

Dal lavoro di queste cellule, riusciamo a percepire circa 10 milioni di sfumature cromatiche. Alcune persone non riescono a distinguere una tale vasta scala cromatica, sono quelle affette da daltonismo, frequente negli uomini, meno nelle donne, che consiste in una cecità verso alcuni colori, o nell’inabilità a percepire i colori in tutto o in parte, di natura prevalentemente genetica, tuttavia può insorgere in seguito a danni agli occhi, ai nervi o al cervello o persino in seguito all’esposizione ad alcuni composti chimici. Per approfondire. Provate a fare questo test per capire se siete daltonici o affetti da altre patologie alla vista:

Inoltre ci sono differenze di percezione fra i due sessi, infatti secondo un articolo del National Geographic ci sono differenze nella descrizione delle varie tonalità di colori tra maschi e femmine, i maschi riescono a vedere meno quei colori al centro dello spettro cromatico, i blu, i verdi e i gialli, meglio riescono in questo le donne, oltre a percepire meglio le sfumature, mentre gli uomini riescono a captare meglio gli oggetti in movimento.

Altro interessante test per capire la vostra capacità di individuare le varie tonalità di colore è questo.

Il colore, i colori, le varie sfumature di colore, non è altro che il modo che ognuno di noi percepisce le diverse frequenze delle onde luminose, che quindi dipendono da svariati fattori, alcuni descritti in questo articolo, per approfondire meglio consiglio questo video esplicativo.

Articolo scritto e suggerito da:

Valentino De Arcangelis

Grafico Hoop Srl

Facebook